Nicola Genco

l’arte della cartapesta

Nicola Genco e l'arte della cartapesta
Dalla Puglia ad Asti Nicola Genco svela l’arte della cartapesta.

Quelle di Nicola Genco sono opere in divenire ma anche strumento di espressione, e così è stato anche per le cartoline e i piatti decorati fatti durante l’evento “Dalla Puglia ad Asti Nicola Genco svela l’arte della cartapesta” che venerdì 11 gennaio alla Caffetteria Mazzetti ha dato il via all’anno nuovo. L’evento si inserisce nel filone della collaborazione tra Italia Bellissima e la Caffetteria Mazzetti, ed è stato un’occasione per fare parlare arte, artigianato e gastronomia, grazie al buon cibo e vino di Valeria Dezzani e alle mani laboriose e creative di Nicola Genco.
Una consistenza leggera, un fruscio delle mani che delicate e precise modellano la carta che sembra quasi impalpabile.
Nicola Genco proviene da una tradizione artigiana familiare. Da generazioni, infatti, la famiglia Genco lavora la cartapesta per il Carnevale di Putignano, in Puglia, dando vita di anno in anno a carri allegorici ricchi di dettagli artistici, che rendono quasi impressionante pensare che siano fatti con un materiale così delicato e fragile.
Nicola, però, pur continuando a lavorare con la cartapesta come da memoria della famiglia, si è aperto ad un lavoro di più ampio respiro. Che si tratti di cartapesta, di ceramica, piuttosto che di grafica, di pittura o di fotografia Nicola Genco ha la capacità di trasformare e plasmare tutto quello che trova, qualsiasi materiale ha la possibilità di diventare qualcos’altro, un’opera d’arte in cui la protagonista è la materia ma che si crea mixando elementi e materiali differenti.